Una natrice come bagnante tra Maccarese e Passoscuro

“Ieri mattina sono stato presso la spiaggia libera tra Maccarese e Passoscuro, un area straordinaria dal punto di vista naturalistico”, è quando dice Riccardo Di Giuseppe, naturalista e agrotecnico.

“Io – sottolinea Riccardo Di Giuseppe − la chiamo Oasi dei Tre Denari. Fellini girò proprio lì ‘La dolce vita’. È uno dei pochi siti della Riserva Litorale Romano dove è possibile osservare la successione vegetazionale che dalla vegetazione pioniera della duna, porta fino alla macchia alta mediterranea retrodunale. E poi la Foce del Rio Tre Denari con la sua vegetazione ripariale e continuo dinamismo. Insomma è il regno della biodiversità.

Per l’occazione ho girato questo piccolo video che volevo condividere. Una splendida natrice tassellata (Natrix tessellata) a caccia nella zona umida. I numerosi bagnanti presenti non si sono accorti di nulla, meglio cosi. Sono state varie ultimamente le segnalazioni per questa specie presso le foci dei corsi d’acqua qui in Riserva. È proprio in queste aree poco alimentate dalle acque interne, che nel periodo estivo si formano paludi e piccole piscine isolate tra loro con acqua dolce dove numerosi  avannotti rimangono imprigionati. È qui che arriva la nostra natrice, che preda perlopiù pesci! Per lei il banchetto è pronto. Sazia risale il corso d’acqua. La natura ci sorprende sempre. Ieri quella Natrice innocua tra migliaia di bagnanti ci ha ricordato che l’uomo non è il padrone ma un ospite come tanti”.

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli