Gestire gli insoluti è più semplice con l’assicurazione del credito

Per proteggere la propria azienda rispetto alla comparsa di eventuali difficoltà finanziarie che potrebbero essere provocate dall’insolvenza di alcuni clienti (e cioè dai loro mancati pagamenti), ci si può affidare a un’assicurazione del credito finalizzata alla gestione degli insoluti. Le polizze che possono essere messe a disposizione sono differenti, e cambiano sia in funzione dei vari mercati che a seconda delle dimensioni delle aziende: si presentano, di conseguenza, come strumenti flessibili che vanno incontro alle esigenze più diverse, adattandosi a ogni necessità.

L’utilità della polizza sul credito

Si può considerare l’assicurazione del credito come un servizio orientato alla prevenzione dei rischi che sono correlati ai crediti commerciali. In realtà, si può parlare di tre servizi in uno, nel senso che sono molteplici i vantaggi di cui si può usufruire: in primis si hanno a disposizione informazioni sempre aggiornate a proposito della solidità dei propri clienti; inoltre, alla copertura assicurativa si affianca il recupero dei crediti, che ovviamente viene effettuato per conto del soggetto assicurato. Le compagnie che garantiscono queste polizze hanno a disposizione banche dati sempre aggiornate grazie a cui tengono sotto controllo il livello di affidabilità dei debitori dei propri clienti. Nel caso in cui un’azienda abbia intenzione di affrontare il mercato estero, il consiglio è quello di puntare su una compagnia assicurativa che possa contare su una presenza solida in ogni angolo del mondo: solo così si può essere certi di acquisire le varie garanzie indispensabili per avviare rapporti commerciali nuovi.

I rischi correlati ai crediti insoluti

L’attività di un’azienda può essere messa seriamente a repentaglio a causa di una gestione dei crediti non accurata: a risentirne in negativo sono, per esempio, il fatturato e i flussi di cassa, ma anche la reputazione e l’affidabilità percepita dell’impresa. Ai fini di una efficace mitigazione del rischio si può ricorrere a molteplici strumenti che permettono di gestire le attività di credit management all’interno delle imprese: l’assicurazione del credito è uno di questi, insieme con le informazioni commerciali, il factoring, il ricorso al recupero crediti da parte di un’azienda esterna o il coinvolgimento di un ufficio legale.

Perché scegliere la polizza del credito

Capire come funziona un’assicurazione sul credito permette di verificare i numerosi vantaggi che derivano dalla sua adozione. Tra questi c’è la preventiva valutazione della solvibilità della clientela, che viene sottoposta a un monitoraggio costante nel tempo. La polizza, inoltre, comprende già il recupero dei crediti. L’insorgenza di difficoltà di carattere economico che possono essere dovute ai mancati pagamenti non è una eventualità così rara, e richiede delle strategie di prevenzione adeguate.

Cosa cambia con un’assicurazione del credito

Il primo step nel contesto del funzionamento di una polizza del credito è rappresentato dal monitoraggio dei clienti, i quali vengono valutati mediante un valore che rispecchia la loro solvibilità. In funzione di tale valore, poi, a ogni cliente viene attribuito un limite massimo che può essere assicurato: si tratta del fido, e corrisponde al limite entro cui l’azienda può operare verso il cliente a credito.

I benefici economici

Come si è visto, scegliendo una polizza del credito si dispone di uno strumento strategico molto prezioso. Tale assicurazione può essere detratta al 33% a fini Ires e Irap e garantisce, a livello economico, un risparmio di risorse davvero notevole. Si tratta di un’opzione che può essere presa in considerazione sia dalle aziende più grandi che dalle piccole e medie imprese.

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli