Via virtuale, Petrillo: “Il lavoro va avanti perché necessario”

“Consiglio ai membri della Commissione Servizi sociali D’Intino e Severini di non essere distratti durante le sessioni e si concentrarsi un po’ di più sull’argomento in discussione più che sul comunicato da fare uscire al termine della riunione. Il nostro lavoro nella redazione della bozza di regolamento per la via virtuale per i senza fissa dimora è stato lungo e faticoso, proprio perché conoscevamo i problemi che si annidano dietro scelte politiche così coraggiose e necessarie”. Lo dichiara il consigliere comunale della Lista civica Zingaretti Angelo Petrillo.

“Il segretario generale non ha dichiarato inattuabile il regolamento, anzi ha rafforzato la nostra proposta dichiarando che quei principi e diritti di una residenza concessa anche a chi non ha casa sono garantiti anche dalla legge nazionale. Abbiamo chiarito in quella sede che anche se la Legge sovralocale giustifica le nostre scelte, gli uffici nella operatività quotidiana ci richiedono uno strumento per la gestione delle pratiche. Dei parametri e procedure a cui attenersi per evitare qualsiasi tipo di arbitrarietà. Questo è il senso della nostra proposta di regolamento, studiata sulla base dell’analisi di altri Comuni d’Italia. Oltre a questo – conclude Petrillo – la nostra idea è quella di monitorare e seguire le persone che non hanno una abitazione ma vivono sul nostro territorio. Insomma, una cosa è una norma, l’altra un scelta politica. Spiegato questo, e venuto meno l’equivoco, abbiamo ottenuto la certezza di una rapida emanazione del regolamento e soprattutto la predisposizione di uno strumento temporaneo per permettere comunque le iscrizioni in questo lasso di tempo in vista dell’approvazione del regolamento”.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Fiumicino

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli