Un’emblema del degrado territoriale

“La strada versa in stato di assoluto stato di abbandono – ci scrive Ugo Bruno che ha inviato la segnalazione – per tacere delle barriere architettoniche esistenti, che impediscono ad un disabile, ma anche ai cittadini di servirsi del marciapiede per percorrere viale della Pesca. Stupisce il fatto che sia una traversa della più nota via della Torre Clementina, il fiore all’occhiello della cittadina portuale, da sempre oggetto di cura e attenzione. Le foto mostrano la realtà dei luoghi, immutati da molto tempo”.

Viene da chiedersi: è via della Pesca o via delle Discariche?

[su_image_carousel source=”media: 42516,42517,42518,42519″ crop=”3:4″]