Sff Atletico, frenata ad Aprilia: 0-0

Pareggio ad Aprilia per l’Sff Atletico che, penalizzato anche dalle pessime condizioni del terreno di gioco, non riesce ad imporsi sull’undici di Mister Venturi. Nella prima frazione di gioco l´Atletico non finalizza una fantastica occasione con il cross al centro di Nanni per Pippi, l´attaccante colpisce di testa ma trova l´estremo difensore di casa Saglietti ad intervenire prontamente. Nel finale più intensità per l´Aprilia ed è bravo Nota a neutralizzare una pericolosa palla dei padroni di casa. Nel secondo tempo lo SFF Atletico rientra in campo con Campanella al posto dell´ex Aprilia Esposito. I padroni di casa riprendono il gioco con gli stessi ritmi del primo tempo ma dopo otto minuti sono i biancorossoblu a farsi sentire con la conclusione di Nanni che termina alta sopra la traversa. Dopo dieci minuti risponde l´Aprilia con il tiro da fuori area di Bencivenga. Al 19´st Mister Scudieri prova la carta Tornatore al posto del centrocampista Sabatino. Al 41´ è proprio Tornatore ad avere tra i piedi la seconda vera e propria palla gol del match, ma il numero nove, purtroppo, non inquadra lo specchio della porta. Girandola di cambi per entrambe le compagini e al 50´ ultimo brivido della gara con il calcio di punizione dal limite dell´area per l´Aprilia, calcia il numero quattro Sterpone e il suo pallone viene allontanato dalla mischia in area di rigore. Termina così, con il risultato di parità, lo scontro tra l´Aprilia e l’Sff Atletico (gara di andata finita 1-0 per l’SFF), un Atletico che domenica prossima affronterà il Trastevere al “Paglialunga”.
“Durante la settimana – dice mister Scudieri − ci siamo allenati benissimo e alla mia squadra non posso rimproverare nulla, tranne qualche atteggiamento sbagliato e ne discuteremo nei prossimi giorni. È stato difficile costruire gioco con un terreno pessimo e diverso dal nostro. Il merito è anche dell’Aprilia, si chiudevano bene, sono molto veloci, e cercavano di ripartire. Ci sono state poche occasioni da entrambe le parti. Riconosco i meriti dell´avversario ma era difficile giocare a calcio oggi. Faccio parte di una grande Società che chiede di vincere, io continuerò a fare il mio lavoro come ho sempre fatto ed ho il dovere di fare tutto il possibile per raggiungere gli obiettivi prefissati”.

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli