Severini: Comune in ritardo sui provvedimenti anti-coronavirus

“Parchi recintati e varchi a mare chiusi, attivazione del Centro operativo comunale (Coc), linee dedicate per dare informazioni. Da tempo le chiediamo al sindaco Montino, ma senza risultato. Ci chiedono collaborazione, ma poi ignorano qualunque proposta”. È quanto dice Roberto Severini, capogruppo Crescere Insieme.

“E nel momento in cui ci lamentiamo – fa notare Severini −  veniamo tacciati di essere provocatori, polemici, fuori luogo.

Allora facciamo un po’ di chiarezza e guadiamo fuori dal nostro orticello. A Civitavecchia con ordinanza 105 del 13 marzo 2020 è stato vietato l’utilizzo di parchi e aree verdi; con ord. 107 la disinfezione della città; con ordinanza 109 del 16 marzo off limits anche spiagge e aree marine. A Santa Marinella con ord. n.12 del 14 marzo, chiusi parchi e aree verdi. A Ladispoli con ordinanza 36 del 12 marzo attivato il Coc. A Cerveteri attivate ben 3 linee per dare informazioni ai cittadini.

A Fiumicino il bando della protezione civile è fermo o rinviato, nel silenzio dell’Amministrazione; la distribuzioni di pacchi alimentari è stata organizzata dal volontariato, la sanificazione non è partita o fatta a spot senza cronoprogramma, il Coc non è stato convocato, i parchi sono aperti. Cosa si aspetta ad intervenire, che l’epidemia si impossessi del territorio?

Non basta girare per la città e fare un selfie per i social. Ci si aspettano atti amministrativi concreti, informazioni sui contagiati e sulla situazione generale.

Per di più il sito del Comune non riporta alcuna informazione utile per i cittadini sui numeri utili da chiamare per informazioni. Questo non è fare polemica, è aspettarsi da Consiglieri e da cittadini un Comune che sia guida e non fantasma”.

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli