La tettoia per auto è il modo migliore per proteggere le vostre macchine

Tutti conosciamo il fastidio di entrare in una macchina bollente in cui ha battuto il sole per tutto il giorno. A volte tutto questo non si può evitare perché si è costretti a parcheggiare la macchina per diverse ore in un luogo dove non è presente nessuna copertura, ma almeno in casa propria, spazio permettendo, può essere utile avere una tettoia per auto dove lasciare al riparo da raggi del sole e intemperie varie la propria preziosa auto.

Tettoie per auto: i vari modelli

Di modelli per tettoie di auto ne esistono davvero tantissimi. Alcuni hanno solo il tetto e mancano quindi delle pareti laterali, altre sono delle vere e proprie casette per le auto con tanto di finestre, la maggior parte hanno posto per una sola auto ma ve ne sono anche altre sotto le quali possono essere parcheggiate anche più auto.

Per riuscire a proteggere le vostre macchine dagli agenti atmosferici, i materiali utilizzati per costruire queste tettoie devono essere per lo meno impermeabili e un minimo resistenti. Non solamente i raggi del sole, infatti, sono i nemici delle macchine ma anche pioggia, neve e grandine che nei mesi invernali e autunnali attanagliano ogni zona del paese. Le tettoie più vendute sono quelle in legno a forma di gazebo che hanno la copertura in alto orizzontale al terreno che si appoggia su pali di legno che si piantano per terra oppure sono dotati di meccanismo autofissante. Questo tipo di tettoia è pratica e anche esteticamente apprezzabile; si sposa bene con uno stile rustico e un po’ country di arredamento e, montato in un giardino o in uno spazio verde adiacente all’abitazione non rovina l’atmosfera, anzi. Un’altra scelta possibile è quella delle strutture che possiedono uno scheletro in alluminio montabile, fatto di pali incastrabili tra di loro e autobloccanti. Una volta montato lo scheletro portante bisognerà preoccuparsi del vero pezzo fondamentale: la tettoia stessa. Il materiale più frequentemente utilizzato è il polietilene, materiale di origine plastica e resistente utilizzato anche per produrre buste di plastica, prodotti per l’agricolutura, cavi elettrici e altro. Questa soluzione è più economica della tettoia in legno ma anche leggermente meno resistente: la grandine, ad esempio, potrebbe mettere in difficoltà la copertura offerta da un telone di polietelene che per il resto, nelle condizioni avverse di tutti i giorni se la cava benissimo. Per simulare ancora meglio la funzione del garage di murature tradizionale, vi sono anche delle tettoie che montate somigliano a dei veri e propri tendoni. In questo caso i pali che sostengono la struttura rimangono nasconti all’interno di appositi passanti cuciti dentro il telone che andrà a comporre il mini garage. Dall’esterno questa struttura è più ingombrante di quelle precedentemente analizzate, tuttavia esistendone diverse versioni in cui variano colori e forme del telone. I pali di supporto, invece, sono di acciaio come quelli utilizzati per sostenere il telone di polietilene.

Tettoia per auto: prezzi e montaggio

Diverse forme, diversi materiali, diverse strutture portanti, diverso numero di pali per costruire l’impalcatura..tutti questi elementi variabili determinano anche diversità di prezzi. Per proteggere le vostre auto dalle condizioni climatiche e dall’usura del tempo, potrete spendere dai 40 euro per una tettoia in tela montabile a guisa di veranda, fino a quasi 4000 euro per una tettoia in legno con ripostiglio per gli attrezzi annesso, passando per i 500 euro circa necessari per realizzare una tettoia in plexiglass o i 300 euro che occorrono per una copertura di legno con piano orizzontale al terreno.

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli