Le specialità del lago di Bolsena: alla scoperta di prodotti tipici e genuini

bolsna

Le specialità del lago di Bolsena o per lo meno tante di esse hanno sicuramente origini molto antiche ed hanno subito l’influenza delle civiltà che si erano stanziate in questa zona, come etruschi e romani, la conseguenza è una gastronomia locale molto ricca e varia che con il passare del tempo è diventata una vera e prova fonte di turismo.

Molte sono le famiglie che trascorrono le vacanze in agriturismo o in appartamenti, ad esempio La Casa Del Sole Residence a Bolsena, proprio per le specialità agroalimentari del territorio.

Grazie alle sue acque cristalline ed incontaminate, numerose specie ittiche hanno trovato un habitat ideale, quindi il piatto principale che si può gustare è la zuppa, ma non un semplice brodetto, bensì la “Sbroscia”.

Un tempo la vita dei pescatori era molto più dura di oggi, solitamente del pescato messo in vendita restavano i pesci di scarto, perché di piccole dimensioni o spinosi, ed erano proprio questi che venivano usati per realizzare i loro pasti.

Si aggiungevano degli aromi, come: cipolla, mentuccia, patate e pomodori, un filo d’olio e veniva servito su fette di pane raffermo abbrustolito, oggi questo piatto lo si può gustare nelle tante trattorie locali, che usano solo pesce appena pescato e di prima qualità.

Uno dei piatti della tradizione è senz’altro l’Acquacotta, una zuppa povera a base di verdure di campo, arricchita di erbe aromatiche, servita con fette di pane casereccio raffermo, per renderla più sostanziosa alcuni preferiscono aggiungere del baccalà.

I primi piatti sono quasi sempre a base di pasta fatta rigorosamente in casa con acqua e farina, condita con diversi tipi di sughi, da quello di lepre a quello di cinghiale o per chi lo preferisce con i funghi.

Tra i secondi i protagonisti sono i pesci di lago con le loro carni delicate ma saporite, prima fra tutte l’anguilla in umido, un piatto saporito e gustoso, apprezzato già dal tempo dei romani, ma non manca la zuppa di pesce, il fritto misto o le grigliate alla brace.

I secondi a base di carne hanno come protagonisti gli animali da cortile, pollo e coniglio in modo particolare, seguiti da maiale ed agnello, profumatissime porchette , da assaporare assolutamente la “Pignattaccia”, uno stufato di carni miste cotto al forno.

Gustosi anche i formaggi locali, tra cui il classico pecorino dal sapore caratteristico, da gustare con le fave fresche o da grattugiare sui primi piatti o sulla polenta.

A fine pasto non possono mancare i dolci, molti dei quali sono legati alle diverse festività, a Natale non può mancare il Pangiallo o il Pane del Vescovo, mentre a Pasqua le Pizze di Pasqua, ma si possono gustare anche i Ravioli con la ricotta o le Ciambelline con l’anice.

Per accompagnare queste squisitezze della gastronomia del lago di Bolsena, ci sono i numerosi vini locali, tutti con il marchio DOC, che accompagnano bene sia i piatti a base di pesce che quelli di carne.

Primo fra tutti l’Est! Est! Est! Di Montefiascone, l’Orvieto classico leggero ed amabile, l’Aleatico di Gradoli ideale per accompagnare i dessert, vista la sua natura liquorosa ed il bouquet di rosa muschiata, infine il Vignanello perfetto per ogni pasto.

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli