Prestiti personali, cosa sono e come scegliere

Si parla di una forma di finanziamento che è probabilmente quella più richiesta in quanto rivolta direttamente a soggetti privati e famiglie. I prestiti personali rappresentano l’alternativa ad un prestito finalizzato in quanto rientrano nella categoria di credito al consumo.
Per capire da subito le differenze tra queste due tipologie di finanziamenti, i prestiti finalizzati vengono concessi soltanto nel caso in cui sia indicata chiaramente al momento della richiesta la finalità di spesa. Si pensi ai casi in cui si richiede un prestito per la casa, per acquisto macchina, per una ristrutturazione ecc…
Viceversa i prestiti personali non hanno bisogno di finalità indicata al momento della richiesta, si riferiscono quindi ad una certa cifra che si va a richiedere e della quale poi l’utente potrà fare ciò che desidera.

Tipologie di prestiti personali

Sono molteplici le tipologie di prestiti personali presenti oggi sul mercato. Come si può leggere sul portale Ilprestitoperme.com, la prima grande differenza sta nel fatto che i prestiti finalizzati sono solitamente emessi da finanziarie e, di conseguenza, sono erogati dall’istituto di credito in convezione con un esercente commerciale presso cui si opera l’acquisto.
Viceversa i finanziamenti personali sono solitamente emessi dalle banche e vengono concessi non esclusivamente per rispondere ad una precisa necessità da dichiararsi prima. A variare poi è la durata del prestito richiesto, che può essere a breve o a lungo termine.

Fattori che influiscono sulla rata

Il prestito viene restituito attraverso pagamento rate mensili che possono essere più o meno sostanziose a seconda di molteplici parametri. Si pensi all’età del richiedente, che va in un range dai 18 ai 75; al reddito di chi chiede il prestito; al grado di affidabilità, quindi deve risultare essere un pagatore affidabile e non inserito negli elenchi dei cattivi pagatori.
Quando si sceglie un prestito, la vera differenza risiede in una sigla nota come TAN, acronimo che sta per Tasso Annuo Nominale che va ad indicare il tasso di interesse puro che verrà applicato ad un finanziamento.
Mettendo insieme tutti questi molteplici fattori si arriva ad avere un quadro chiaro e definitivo di questi strumenti e si può procedere poi alla scelta del finanziamento più adatto alle proprie esigenze.

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli