Costituzione di una ltd straniera, ecco alcuni consigli utili

Volete provare ad investire all’estero? Ecco qualche consiglio.
Se avete voglia di mettervi in gioco superando gli ostacoli della burocrazia e tassazione da capogiro, fra le varie possibilità vi è la costituzione di ltd straniera. Per quanto riguarda la formula societaria è equivalente alla Società a Responsabilità Limitata, infatti la sigla LTD vuol dire Private Limited Company.
Rispetto alla SRL vi sono comunque delle differenze perché cambiano i principi di diritto applicati, vi è molta più flessibilità e questo rende particolarmente conveniente investire senza limiti burocratici dell’ordinamento italiano. Basti riflettere sul fatto che per la costituzione di LTD straniera bastano poche ore, una tipica giornata lavorativa e si è operativi.
Tra le differenze vi sono quelle riguardanti il diritto del lavoro, infatti i contratti di lavoro sono meno rigidi rispetto a quelli italiani e allo stesso tempo vi è una certa prevalenza della giurisprudenza, quindi un contratto stipulato come contratto d’opera, in corso di giudizio può essere tramutato in contratto di lavoro dipendente se nel concreto come tale si svolge il rapporto.
La differenza non è solo questa perché è possibile stipulare contratti di lavoro anche in forma non scritta.
Per costituire una società LTD è anche necessario dimostrare la residenza attraverso tre test somministrati al momento della richiesta. La residenza non deve essere confusa con la cittadinanza, infatti quest’ultima comunque resterebbe nel Paese di origine.
Anche in questo caso la sostanza prevale sulla forma, quindi si fa riferimento alla situazione sostanziale e non a quella burocratica.

I vantaggi e le opportunità della costituzione di una ltd straniera

Aprire una ltd all’estero vuol dire avere anche dei vantaggi fiscali perché per l’anno 2014-2015 è prevista una tassazione del 20%.
In Italia i livelli sono oltre che doppi, inoltre grazie alle integrali detrazioni fiscali per gli investimenti aziendali i vantaggi diventano elevati.
I vantaggi arrivano anche dalla disciplina dei capital gains, infatti è possibile rinviare la tassazione se il guadagno viene reinvestito, un modo per agevolare l’espansione delle società ed evitare freni all’economia.
È bene sottolineare però che i controlli fiscali e le sanzioni sono rigide, quindi si possono sfruttare i vantaggi, ma guai a fare i furbi!

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli