Il Comitato salvaguardia di Fiumicino in difesa della Valle Galeria

“Ci schieriamo convinti al fianco della popolazione della Valle Galeria, ancora sotto attacco del duo Raggi-Zingaretti sul fronte dei rifiuti e sulla scellerata scelta di gravare sulla Valle Galeria con l’immondizia romana.

L’incapacità dei Cinquestelle e del Partito democratico (da anni alla guida di Roma prima dei grillini, ed oggi alla Pisana) di affrontare in maniera non occasionale e approssimativa il tema del ciclo dei rifiuti, sperando di nascondere la polvere sotto al tappeto, in questo caso assimilabile alla periferia romana o all’hinterland della Capitale, dimostra tutta l’inefficienza di chi guida il Campidoglio e di chi governa la Regione Lazio.

Per questo chiediamo prioritariamente le dimissioni della sindaca Raggi e del suo assessore di riferimento, e contestualmente un cambio al governo regionale. È una questione di dignità, e ricordo – solo per coerenza – che il Centrodestra di Fiumicino, all’epoca Popolo delle Libertà, ebbe il coraggio di aprire una crisi in seno alla propria amministrazione per le decisioni dell’allora sindaco Canapini, pur di salvaguardare l’integrità del territorio e la salute dei suoi cittadini, quando fu paventata una discarica a Pizzo del Prete.

L’escalation della crisi ebbe inizio in piena estate, con l’autosospensione di alcuni consiglieri Pdl di Fiumicino, accompagnata da una valanga di mozioni e culminata con le dimissioni dell’allora assessore Vincenzo D’Intino, schierato contro l’ipotesi di invasione di rifiuti.

Questa è coerenza: non restare attaccati alle poltrone per mera convenienza, senza essere in grado né di difendere i cittadini né dei risolvere i problemi. Sarebbe un buon 2020 se la Raggi e la sua truppa levassero le tende, seguiti da Zingaretti, più impegnato come dirigente nazionale che come Governatore”.

Fonte: Comunicato di Michele Lettieri, portavoce del Comitato salvaguardia di Fiumicino

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli