C5, consegnato il cantiere

“È stato consegnato lo scorso lunedì il cantiere del nuovo Corridoio C5, progetto della Provincia di Roma interamente finanziato dalla Regione del presidente Renata Polverini con i 21 milioni previsti per la realizzazione dell’opera”. Lo comunica il responsabile politico e organizzativo di Città Nuove Fiumicino, Raffaello Biselli. “I lavori – afferma Biselli – sono stati appaltati a un consorzio di imprese denominato Sac Corridoio 5 che ora si sta occupando della fase preliminare del progetto: sondaggi e verifiche propedeutiche all’inizio dei lavori. Si tratta di una grande rivoluzione per il trasporto pubblico locale, un’opera che potrà aiutarci a decongestionare il traffico locale lungo la via Portuense e incrementare l’uso del trasporto pubblico locale”. Il Corridoio C5 è una nuova corsia dedicata al trasporto pubblico locale inizialmente su gomma e poi anche su rotaia, che collegherà Fiumicino alla stazione di Parco Leonardo rendendo più agevole la tratta Fiumicino-Roma. Larga 11 metri, lunga 7 chilometri, sarà affiancata da una pista ciclabile che utilizzerà nella parte iniziale il sedime della vecchia linea ferroviaria dismessa che raggiungeva il centro di Fiumicino. Per poi proseguire attraverso l’attuale cavalcavia di via del Lago di Traiano, costeggiare il canale delle Vignole e la ferrovia per l’aeroporto. In futuro è previsto anche l’ampliamento fino alle Pleiadi.  “Ringrazio il consigliere provinciale Anselmo Tomaino per aver svolto un ruolo attivo nello sblocco dei lavori – sottolinea Biselli -. Non è un caso che Fiumicino sia il primo degli undici corridoi previsti dalla Provincia a partire”. “È una grande soddisfazione – dice il consigliere provinciale del Pdl, Anselmo Tomaino -. Si tratta di un’opera fondamentale per Fiumicino che in futuro, con un nuovo investimento e nuovi fondi, permetterà di riportare il trasporto su ferro, abbandonato negli anni Novanta, a Fiumicino. Il corridoio, infine, permetterà anche una operazione di riqualificazione urbana con la realizzazione di aree verdi, marciapiedi, illuminazione pubblica e persino una pista ciclabile. I tempi di realizzazione? Per ora è stato consegnato il cantiere. Dipenderà dalla Ati che ha in appalto i lavori risolvere i problemi che un’opera del genere comporterà e della Provincia di stare con il fiato sul collo e fungere da supervisore”.

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli