Arrivano le Paralimpiadi, a Focene il 10 ottobre

A Focene il prossimo 10 ottobre sbarcano le Paralimpiadi. Organizzate dall’Assessorato ai Servizi sociali e da quello allo Sport del Comune di Fiumicino, insieme con il Comitato paralimpico regionale guidato dal suo presidente Pasquale Barone, vedrà la partecipazione di atleti di caratura nazionale ma anche di tanti semplici sportivi.
Secondo le previsioni potrebbero essere invitati circa 1.500 atleti, tra cui spiccano i nomi dei campioni di casa Edoardo Giordan e Niccolò Pirosu, in rappresentanza di una decina di associazioni sportive.

Niccolò Pirosu, giovane del nostro territorio, proprio a inizio luglio ha vinto la medaglia d’oro nel salto in lungo, categoria T12-13 ai Giochi europei paralimpici giovanili di Lahti, in Finlandia, saltando 5,33 metri. Non solo. Niccolò è riuscito a vincere anche l’argento nei 100 metri.

Insomma, sulla scia dei grandiosi successi di Edoardo Giordan ancora una volta, il nome di Fiumicino riesce a balzare agli onori delle cronache internazionali grazie a giovani e bravissimi atleti che si fanno strada nel panorama mondiale.

Alle Paralimpiadi di Focene saranno tante le discipline che vedranno impegnati gli sportivi presenti, tra queste basket, calcio, corsa, ping pong, tennis, hockey su prato, e tanto altro ancora.

La prima parte della giornata è riservata ai professionisti, mentre nel pomeriggio ci sarà spazio per chiunque voglia praticare qualche disciplina sui campi allestiti, sia adulti che ragazzi.

“Questa – dice l’assessore ai Servizi sociali Anna Maria Anselmi – è un’opportunità in più che vogliamo offrire ai nostri ragazzi. L’intento è quello di farli uscire dai confini delle loro abitazioni, un modo per contribuire all’apertura anche mentale delle possibilità sul territorio. Un passo avanti che ci fa ben sperare, in cui i normodotati possono fare le attività sportive insieme alle persone con disabilità.

L’obiettivo è quello di aprire i confini del mondo della disabilità, per questo ci auguriamo che tale appuntamento prosegui a cadenza annuale. Magari rendendolo itinerante, in modo da poter abbracciare e coinvolgere tutte le località del nostro Comune”.

More:

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli