Spiaggia, l’invasione delle cialde di caffè

La segnalazione è arrivata alla nostra redazione da Maria Teresa, una lettrice di Maccarese, che ama passeggiare sulla spiaggia di Focene. Ieri mattina grande è stata la sua sorpresa quando arrivata sulla battigia si è accorta che lungo tutto il lungomare c’era una infinita distesa di cialde del caffé portate a riva dal mare. Da Focene fino a Fregene nord, un tappetto interminabile di dischetti di plastica. Maria Teresa ha prontamente avvisato la Capitaneria di Porto e una pattuglia della Polizia Locale è arrivata prontamente per effettuare i dovuti rilievi. Saranno rifiuti portati dal Tevere che il Libeccio ha scaricato a riva? O qualche nave da crociera che al largo ha smaltito così i resti delle colazioni a bordo? Cialde da caffè o filtrini di qualcos’altro, sembrano più larghi di quelli tradizionali, ce ne sono a decine di migliaia ovunque e chissà quanto ancora ce ne sono nel mare. L’ennesimo sfregio all’ecosistema marino.

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli