Satta, “tanto da fare”

Luigi Satta è stato appena delegato dal Sindaco Canapini a collaborare con l’Amministrazione Comunale, fino alla scadenza del mandato, per coadiuvarla nelle materie e nei settori relativi alla Pesca ed ai rapporti con l’Autorità Portuale. E Satta, che ricopre l’incarico a titolo gratuito, fa subito leva sulla sue esperienza maturata nel settore. “Con estrema sincerità ringrazio il sindaco Canapini per l’incarico di collaborazione che ha deciso di confermi. Le sue parole sono un riconoscimento a tutto il lavoro che in questi anni ho profuso per rilanciare un asset, quello della pesca e più in generale della portualità, che si trascinano diversi problemi – dice Satta – Il mio impegno sarà elevatissimo. Ed è proprio in uno spirito di collaborazione che lavorerò al fianco dell’amministrazione e dell’Autorità Portuale per fare in modo che il porto commerciale venga finalmente realizzato e con lui anche la darsena per la pesca e tutte strutture di servizio, dai magazzini per lo stoccaggio delle attrezzature al nuovo mercato per la vendita del pescato di tutta la flotta peschereccia, pesca a strascico e da posta fino ai molluschi bivalvi con il sistema di terza generazione elettronico-telematico. Onorerò questo incarico con massima serietà, produttività e trasparenza e già nei prossimi giorni conto di incontrare i presidenti delle cooperative della pesca per cercare con loro un rapporto di collaborazione, programmando quelle iniziative che possano migliorare le condizioni di alcuni servizi degli operatori della pesca, legati anche al decoro ambientale della città. C’è molto da fare. La priorità è appunto la realizzazione del primo stralcio del porto commerciale, visto che ingloba la darsena peschereccia. Ma in attesa che questa prima parte dell’opera venga realizzata, bisogna trovare le giuste soluzione per il mondo della pesca prima che ci sia il definitivo tracollo”.

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli