Parente (Fi): “La disabilità non va in vacanza”

Sono trascorsi oltre due mesi da quando sono scaduti i termini per il bando gara del sociale (disabili, anziani ed età evolutiva) e l’Amministrazione comunale di Fiumicino, oltre a non rispondere all’interrogazione presentata dal nostro consigliere ormai oltre un mese fa, nella quale esprimevamo le nostre perplessità su alcuni punti specifici del bando, ha prorogato fino alla fine del mese di ottobre p.v. il contratto dell’attuale azienda che opera nel settore, facendo aumentare l’agonia dei lavoratori, che continuano a non avere certezze sul proprio futuro e quella delle classi più deboli e bisognose che si ritrovano ancora oggi con difficoltà nel vedersi erogata la prestazione di cui necessitano. Come purtroppo sa bene chi si occupa di sociale, l’estate è un periodo particolarmente delicato per molte patologie, aggravate dal forte caldo, come anche la situazione igienica e di benessere psicofisico. L’attuale incertezza ha fatto sì che molti operatori abbiano deciso di lasciare il posto di lavoro, in cerca di miglior fortuna altrove. In questo modo i pochi operatori rimasti, sott’organico, con la cooperativa che gestisce l’appalto in queste condizioni ovviamente in difficoltà nell’assumere personale, pur impegnandosi al massimo per cercare di creare meno disservizio possibile, non riescono a coprire nella giusta tempistica il territorio. Questo disagio è ciò che molti amici e conoscenti, con situazioni di disabilità i famiglia, ci hanno segnalato.
Mi chiedo a questo punto se per l’apertura delle buste del predetto bando e per le risposte ai quesiti da noi posti ci sia bisogno dell’intervento del Mago Casanova…

Luca Parente
Delegato al Sociale e Sanità
Forza Italia Fiumicino

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli